LIVORNO CREDENTE  
 
  Oremus pro Pontifice! 19/11/2017 11:55 (UTC)
   
 

OREMVS PRO PONTIFICE NOSTRO BENEDICTO.
DOMINVS CONSERVET EVM
ET VIVIFICET EVM
ET BEATVM FACIAT EVM IN TERRA.
ET NON TRADAT EVM IN ANIMAM INIMICORVM EIVS!


Perché le genti congiurano,

perché invano cospirano i popoli?

Insorgono i re della terra

E i principi congiurano insieme

Contro il Signore e contro il suo Messia:

”Spezziamo le loro catene,

gettiamo via i loro legami”.

Se ne ride chi abita i cieli,

li schernisce dall’alto il Signore.

Egli parla loro con ira,

li spaventa nel suo sdegno:

“Io l’ho costituito mio sovrano

sul Sion mio santo monte”.

Salmo, 2, 1-2


Auxilium christianorum, ora pro nobis!

 

 IL PAPA IN MERITO ALLA QUESTIONE LITURGICA:

 

 Prefazione a K. Gamber, La réforme liturgique en question, ed. S.te Madelaine du Barroux, 1992.

 

 “...Il risultato [della riforma liturgica] non è stata una rianimazione ma una devastazione. Da un canto, abbiamo una liturgia degenerata in “show”, nella quale     si cerca di rendere la religione interessante con l’aiuto di idiozie alla moda...”

 

 

 

Dio e il Mondo. Essere cristiani nel nuovo millennio

 

“... è importante che venga meno l'atteggiamento di sufficienza per la forma liturgica in vigore fino al 1970...”

 

 

 

Intervista 5 settembre 2003

 

...in generale, ritengo che la riforma liturgica non sia stata applicata bene...”

 

 

 

La mia vita: ricordi, 1927-1977

 

“... una rottura nella storia della liturgia, le cui conseguenze potevano solo essere tragiche...”

 

 

 

Introduzione allo Spirito della Liturgia

 

“... Il sacerdote rivolto al popolo dà alla comunità l’aspetto di un tutto chiuso in se stesso...”

 

 

 

Prefazione all’XI volume dell’Opera omnia

 

“... l’idea che sacerdote e popolo nella preghiera dovrebbero guardarsi reciprocamente è nata solo nella cristianità moderna ed è completamente estranea in quella antica...”

 

 

 

Lettera al prof. dott. W. Waldstein

 

“...lo posso dire con sicurezza, basata sulla mia conoscenza dei dibattiti conciliari e sulla reiterata lettura dei discorsi fatti dai padri conciliari, che ciò non corrispose alle intenzioni del Concilio Vaticano II...”

 

 

 

Prefazione al libro di U.M. Lang, Conversi ad Dominum

 

“... la scomparsa della lingua latina e l'altare orientato verso il popolo. Chi legge i testi conciliari potrà constatare con stupore che né l'una né l'altra cosa si trovano in essi...”

 

 

 

Prefazione al libro di A. Reid, The Organic Development of the Liturgy

 

“...l'aspetto "pastorale" è divenuto il varco per l'irruzione della "creatività", la quale dissolve l'unità della liturgia e ci mette spesso di fronte a una deplorevole banalità...”

 

 

 

Il sale della terra

 

“... Una comunità mette in questione se stessa, quando considera improvvisamente proibito quello che fino a poco tempo prima le appariva sacro e quando ne fa sentire riprovevole il desiderio. Perché le si dovrebbe credere ancora? Non vieterà forse domani, ciò che oggi prescrive?...”

 

 

 

Lettera al dott. prof. Heinz-Lothar Barth

 

“...Lei mi chiede di attivarmi per una più ampia disponibilità del rito romano antico. In effetti, lei sa da sé che non sono sordo a tale richiesta. Nel contempo, il mio lavoro a favore di questa causa è ben noto...”

 

 

 

Rapporto sulla Fede

 

“... ci si deve opporre, più decisamente di quanto sia stato fatto finora, all’appiattimento razionalistico, ai discorsi approssimativi, all’infantilismo pastorale che degradano la liturgia cattolica al rango di circolo di villaggio e la vogliono abbassare a un livello fumettistico...”

 

 

 

La festa della fede

“... ma i brividi che incute la liturgia postconciliare, fattasi opaca, o semplicemente la noia che essa provoca con il suo gusto per il banale e con la sua mediocrità artistica...”

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Google Custom Search
  Pubblicitá
Oggi ci sono stati già 2 visitatori (5 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=